Passa ai contenuti principali

Considerazioni sull'universo femminile, secondo i nostri "Gi"


[G] Questa mattina riflettevo sul fatto che non ascoltiamo abbastanza i nostri figli, andiamo sempre di fretta casa, scuola, lavoro. Non parlo dell'ascolto delle loro esigenze, dei loro bisogni, mi riferisco proprio all'ascolto partecipativo delle loro esperienze giornaliere. Quando torniamo tutti e 4 a casa la sera siamo spesso distratti da altre cose e affaccendati ognuno nelle proprie attività. 
C'è chi attacca le figurine con un'attenzione maniacale (GGrande), chi guarda per la cinquantesima volta Robin Hood in Dvd (GPiccolo), chi cucina bene (Stefano) e chi cucina le solite cose (io).
Ma c'è un momento che per fortuna, bene o male, riusciamo a condividere tutti insieme: la cena. A volte ci chiediamo come sia possibile che oltre ad essere due genitori logorroici abbiamo anche fatto due figli che hanno sempre qualche cosa da dire. Di certo a casa nostra il silenzio è veramente d'oro visto che è impossibile trovarlo!
E devo dire che ascoltarli è un vero divertimento, raccontano le cose con l'ingenuità dei bambini ma spesso inconsapevolmente svelano profonde verità.
L'altra sera GGrande ha riassunto in poche frasi un comportamento "stranamente" radicato in molte di noi:
"Come è andata oggi a scuola?" 
"Bene abbiamo lavorato in gruppo ma mentre parlavo la **** mi ha detto che dovevo stare zitto perché le facevo venire mal di testa! Fanno sempre così le femmine appena non va bene una cosa o non la vogliono fare dicono che hanno mal di testa.." allora Stefano, dall'alto della sua "esperienza nel campo" gli ha detto:
"Non ti preoccupare, iniziamo adesso con quella scusa e la portano avanti per sempre, in ogni settore"
"Hai ragione Papi!"

Anche GPiccolo ha le sue idee sull'universo femminile. Una sera mentre guardavamo la televisione passa la pubblicità di Heidi e la voce narrante dice "Heidi, la bambina che amano tutti".
"Eh seeee ... io non la amo di sicuro quella lì" 
"Perchè non ti piace?" 
"A me non piacciono le femmine, VOMITANO! ".
Al che cerco di capire il significato della frase e lui mi racconta che in classe con lui c'è una bimba che quando è il momento di mangiare se non le piace una cosa dice che ha il vomito e va in bagno. 

I casi sono due: o abbiamo generato due geni della psicoanalisi o (molto più probabile) le femmine, come le chiamano loro, sono programmate fin da piccole a trovare delle scuse quando non vogliono fare una cosa.

A presto, Giorgia

Commenti

Post popolari in questo blog

Pasta modellabile al bicarbonato

[G] Ieri pomeriggio ho pubblicato sulla pagina Facebook del blog, la foto dei chiudi pacco natalizi preparati insieme ai bambini qualche giorno fa. Ebbene l'entusiasmo dimostrato e la richiesta di maggiori informazioni, mi ha convinto a scrivere questo post con la ricetta della pasta modellabile al bicarbonato. Purtroppo non ho foto della preparazione della pasta, ma vi lascio il riferimento al post di Country Kitty, dal quale ho preso anche io la ricetta aumentando le dosi. Troverete foto bellissime e qualche suggerimento. 
Era da tempo che volevo provare a farla, ma non sono mai stata un'amante delle paste modellabili e sopratutto non pensavo venisse così bene e che fosse così bianca. 
Così un giorno della settima scorsa ho proposto la "mia" idea ai bimbi e dopo cena abbiamo dato via ai lavori. Ecco il motivo di mancanza di foto: con loro non puoi distrarti a far foto se no in un attimo ti trovi la cucina nel caos più totale. 
Fidatevi è veramente semplice e divertente…

Pinkie Pie per Emma

[G] Nonostante le allarmanti notizie sul calo delle nascite in Italia, intorno a noi continuano a nascere bambini e così io continuo a realizzare fiocchi nascita! Come avrete capito leggendo un precedente post, son ben felice di accettare l'incarico quando mi viene richiesto... soprattutto quando si parla di rosa! Quando ho iniziato a pensare a questo "fiocco" avevo in mente altro, volevo fare una cosa diversa dalle solite nuvolette, con dei cuori, farfalle e fiori. Ma poi l'idea mal si abbinava alla stagione: fiori e farfalle in inverno non mi convincevano. Così ho pensato ad una frase di GGrande:" Tu mamma sei come Pinki Pie ti piace sempre fare dolci e organizzare feste".  Pinkie Pie, per chi non la conoscesse, è un simpatico pony della serie animata My Little Pony - L'amicizia è magica, che ama cucinare muffin e cupcakes, fare scherzi divertenti e sopratutto è la "migliore organizzatrice di party".  In effetti abbiamo molte cose in comune!  Mi…

Come colorare un timbro ... corso base per principiante

[G] Cosa avete capito??? La principiante sono io, mica voi !!!! Vi ricordate questo primo esperimento nel colorare un timbro? Ecco,  ha avuto un tale successo che ho pensato di condividere con tutti un segreto: basta poco per colorare un timbro non abbiate paura PROVATECI!!!! Non fraintendetemi, ci sono tecniche specifiche da seguire se si vuole realizzare una colorazione perfetta, così come servono colori apposta acquistabili in negozi specifici. Ma se voi come me non cercate la perfezione ma volete solo sperimentare qualche cosa per divertimento e aggiungere un tocco in più alle vostre creazioni allora non esitate. Lo dico che perchè io così mi sono sentita per anni di fronte a timbri bellissimi. Guardavo con profonda ammirazione le colorazioni di artiste bravissime senza acquistare nessun timbro perchè pensavo che tanto non colorandolo non me ne sarei fatta niente. Pensavo anche che la colorazione fosse possibile solo con pennarelli troppo costosi per essere solo un piccolo passate…