Passa ai contenuti principali

L' abito perfetto

[G] Dieci anni fa più o meno a quest'ora portavo a casa tutto impacchettato in un enorme sacca bianca lui: l'ABITO.
Se fosse stato possibile l'avrei indossato subito ma avrei rischiato di stropicciarlo troppo e non sarebbe stato giusto... era talmente bello che si sarebbe dovuto mostrare in tutto il suo splendore il grande giorno. 
Se state continuando a leggere i casi sono due: o avete vissuto la stessa emozione e capite di cosa parlo o sperate che dietro questo vaneggiare ci sia un fine. Abbiate fiducia è una bella storia quella che vi sto per raccontare!
Era nella mia mente da sempre ma me ne resi conto solo dopo. Quando entrai nel negozio per la prima prova, non lo notai subito. Avevo in testa altro: un bellissimo abito rosa cipria visto in vetrina qualche mese prima. Provai subito quello e altri 2/3 sul genere. Gonna liscia corpetto, un fiore ad arricchire il tutto per accentuare lo stile romantico... sembrava perfetto, poteva essere lui, ma c'era qualche cosa che non mi convinceva del tutto.
Allora la Pucci, mia fedele amica e consigliera cogliendo subito la mia punta di perplessità iniziò a guardarsi intorno, cercando tra gli "scartati" una proposta valida.
Ed ecco che si presentò lui: 12 strati di tulle sovrapposto a formare la gonna, rose rosse di velluto appuntate qua e là, un nastro in vita e il corpetto decorato con 20 nastrini diversi.
Una visione per me un commento sarcastico per lei: "Ma chi se lo mette un abito del genere????"
Chiesi timidamente alla signora di provarlo, "così tanto per vedere, ma non è il mio genere" e invece fu subito amore.
Dicono che sia l'abito a scegliere la sua sposa... con me non dovette insistere tanto. Era talmente bello che per me andava bene così, avrei potuto tenere anche il campione di prova. In realtà mi venne rifatto uguale con qualche modifica: le rose della gonna diventarono bianche e il nastro in vita di velluto verde, più autunnale e sobrio come colore. Aggiungemmo qualche strato di tulle in più perché almeno una volta nella vita si può esagerare. 
"Finalmente hai il tuo abito da Rossella" disse mia mamma appena lo indossai con le modifiche. E tutto mi fu chiaro.
Ho visto Via col Vento talmente tante volte che potrei doppiare i dialoghi di tutti i personaggi, ho nel cuore tutti gli abiti di Rossella O'Hara, ma uno ha sempre occupato un posto speciale: quello indossato per il pranzo alle 12 Querce. 

Fonte Internet

Non preoccupatevi niente maniche sfarfallose nel mio abito e nessun fiore ricamato, ma vi assicuro che il colore e il tessuto del nastro sono gli stessi, anche l'ampiezza della gonna forse.
Ora immagino che vorreste vedere la foto...per questo però dovrete aspettare domani. Perché domani saranno 10 anni di matrimonio, 10 anni da quando ho indossato il mio abito e vi assicuro che Stefano era 10 volte più bello di Rhett Butler.

A presto, Giorgia 

Commenti

  1. allora aspetto domani... però che curiosità! Anche il mio abito era già "mio" prima di diventarlo, l'ho visto su internet, l'ho cercato, l'ho provato... ed è stato perfetto così! l'unica occasione nella mia vita in cui non ho avuto indecisioni...Auguri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stato proprio così anche per me!!! Grazie

      Elimina
  2. Non vedo l'ora!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualche tempo fa Stefano ha caricato una vostra foto del matrimonio pero' non ti si vede molto perche' lui ti fa "ombra"...mi raccomando...metti una o piu' foto in cui si possa cogliere l'essenza dell'abito e la bellezza di chi lo indossa. Ciao. Simona

      Elimina
    2. Ciao Simona, cercheremo di fare il possibile. Oppure potrei farti vedere l'album del fotografo il prossimo anno in spiaggia!!! Grazie buona serata!! Giorgia e Stefano

      Elimina
  3. Ciao carissima... Non vedo l'ora di vedere il tuo abito, aspetto con ansia domani...

    Maira

    RispondiElimina
  4. Insomma sei una sostenitrice dell'"abito a meringa" ... se ti dico che mi sono sposata con i pantaloni?

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per averci lasciato un commento, lo leggeremo volentieri!

Post popolari in questo blog

Pasta modellabile al bicarbonato

[G] Ieri pomeriggio ho pubblicato sulla pagina Facebook del blog, la foto dei chiudi pacco natalizi preparati insieme ai bambini qualche giorno fa. Ebbene l'entusiasmo dimostrato e la richiesta di maggiori informazioni, mi ha convinto a scrivere questo post con la ricetta della pasta modellabile al bicarbonato. Purtroppo non ho foto della preparazione della pasta, ma vi lascio il riferimento al post di Country Kitty, dal quale ho preso anche io la ricetta aumentando le dosi. Troverete foto bellissime e qualche suggerimento. 
Era da tempo che volevo provare a farla, ma non sono mai stata un'amante delle paste modellabili e sopratutto non pensavo venisse così bene e che fosse così bianca. 
Così un giorno della settima scorsa ho proposto la "mia" idea ai bimbi e dopo cena abbiamo dato via ai lavori. Ecco il motivo di mancanza di foto: con loro non puoi distrarti a far foto se no in un attimo ti trovi la cucina nel caos più totale. 
Fidatevi è veramente semplice e divertente…

Pinkie Pie per Emma

[G] Nonostante le allarmanti notizie sul calo delle nascite in Italia, intorno a noi continuano a nascere bambini e così io continuo a realizzare fiocchi nascita! Come avrete capito leggendo un precedente post, son ben felice di accettare l'incarico quando mi viene richiesto... soprattutto quando si parla di rosa! Quando ho iniziato a pensare a questo "fiocco" avevo in mente altro, volevo fare una cosa diversa dalle solite nuvolette, con dei cuori, farfalle e fiori. Ma poi l'idea mal si abbinava alla stagione: fiori e farfalle in inverno non mi convincevano. Così ho pensato ad una frase di GGrande:" Tu mamma sei come Pinki Pie ti piace sempre fare dolci e organizzare feste".  Pinkie Pie, per chi non la conoscesse, è un simpatico pony della serie animata My Little Pony - L'amicizia è magica, che ama cucinare muffin e cupcakes, fare scherzi divertenti e sopratutto è la "migliore organizzatrice di party".  In effetti abbiamo molte cose in comune!  Mi…

Come colorare un timbro ... corso base per principiante

[G] Cosa avete capito??? La principiante sono io, mica voi !!!! Vi ricordate questo primo esperimento nel colorare un timbro? Ecco,  ha avuto un tale successo che ho pensato di condividere con tutti un segreto: basta poco per colorare un timbro non abbiate paura PROVATECI!!!! Non fraintendetemi, ci sono tecniche specifiche da seguire se si vuole realizzare una colorazione perfetta, così come servono colori apposta acquistabili in negozi specifici. Ma se voi come me non cercate la perfezione ma volete solo sperimentare qualche cosa per divertimento e aggiungere un tocco in più alle vostre creazioni allora non esitate. Lo dico che perchè io così mi sono sentita per anni di fronte a timbri bellissimi. Guardavo con profonda ammirazione le colorazioni di artiste bravissime senza acquistare nessun timbro perchè pensavo che tanto non colorandolo non me ne sarei fatta niente. Pensavo anche che la colorazione fosse possibile solo con pennarelli troppo costosi per essere solo un piccolo passate…